Équipe

L’équipe del Gemelli Cardio Center è all’interno dell’Unità Operativa Complessa di Cardiochirurgia, diretta dal Professor Massimo Massetti e si occupa del trattamento chirurgico delle cardiopatie dei pazienti adulti.

È stabilmente ai primi posti in Italia per volume di interventi e risultati, grazie anche alla forte sinergia con le altre Unità Operative del Dipartimento di Scienze Cardiovascolari e alla stretta collaborazione con Ospedali del territorio regionale e nazionale.

Cardiochirurgia Gemelli Roma

L’attività operatoria si svolge in un modernissimo blocco operatorio dedicato, costituito da tre sale operatorie, di cui una “ibrida” con un angiografo robotizzato che permette l’uso di innovative tecniche percutanee.

Il reparto di degenza ordinaria conta di 21 posti letto.

La Terapia Intensiva Cardiochirurgica, diretta dal Professor Franco Cavaliere, conta, invece, 10 posti letto.

Massimo Massetti

Il profilo del Prof. Massimo Massetti è quello di un professionista del mondo della sanità che ha svolto la sua carriera a cavallo di due Paesi Europei (Francia e Italia) e che attualmente svolge la sua professione in una delle più importanti istituzioni sanitarie Italiane, il Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma.

Centre Hospitalier et Universitaire di Caen in Normandia

Il suo curriculum formativo nasce a Siena con il conseguimento degli studi medici agli inizi degli anni ’90; dopo il primo anno nella scuola di  specializzazione in Cardiochirurgia della Facoltà di Medicina, consapevole di non poter accedere ad una formazione specialistica di eccellenza nell’ambito della chirurgia cardiaca, decide di emigrare in Francia dove approda nel 1992 al Centre Hospitalier et Universitaire di Caen in Normandia.

In questo importante policlinico universitario, sotto la guida di colui che sarà il suo maestro nella chirurgia, completa la formazione specialistica conseguendo, in Italia, il diploma di specializzazione in Cardiochirurgia e successivamente convalida i moduli specialistici della chirurgia generale e di quella toracica e cardiovascolare in Francia.

Durante questi anni, oltre ad acquisire le competenze nell’ ambito assistenziale si dedica ad un’intensa attività di ricerca fondamentale e clinica conseguendo numerosi titoli accademici e arricchendo il suo curriculum universitario con importanti ricerche e pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali.

Il suo interesse, sia come clinico che come ricercatore, è rivolto alla messa a punto di nuove terapie nei pazienti affetti da gravi malattie cardiovascolari come l’infarto del miocardio e l’arresto cardiaco.

Victoires de la Médecine

In questo ambito, dimostrando una spiccata attitudine al lavoro di team, coordina un gruppo multidisciplinare di clinici e ricercatori alla messa a punto di un progetto assistenziale pionieristico denominato “Resuscitation” che gli vale il riconoscimento nel 2007 delle “Victoires de la Médecine” (miglior progetto clinico scientifico in ambito cardiologico).

Questo progetto darà vita alla costruzione di un percorso clinico di rianimazione cardiologica avanzata che permetterà di ridare speranza (sopravvivenza di oltre il 25%) a quei pazienti con un arresto cardiaco refrattario ai trattamenti convenzionali e destinati a morte sicura.

Il percorso lavorativo

L’esperienza francese si svolge in due decenni durante i quali il Prof. Massetti consolida la sua professionalità clinica di cardiochirurgo e matura una carriera universitaria con il conseguimento di numerosi titoli fino al più alto diploma universitario conseguibile in Francia: Diplome d’Habilitation à Diriger la Recherche (HDR).

Nel 2003 viene nominato “Maitre de Conference-Praticien Hospitalier (Professore Associato) e nel 2007 “Praticien Universitaire-Praticien Hospitalier” de Chirurgie Thoracique et Cardiovasculaire (Professore Ordinario di 1 fascia in Cardiochirurgia) e viene, successivamente, nominato “Chef de Service” (Direttore) del Dipartimento di Cardiochirurgia e Trapianto nel Policlinico Universitario di Caen.

Durante questi anni il Prof. Massetti si dedica con passione ai tre ruoli nella sua attività professionale.

Il primo é quello assistenziale, cercando di creare sinergia tra innovazione tecnologica e gestione delle cure centrate sul paziente; sono questi gli anni di una profonda riforma del sistema sanitario francese che permette di sperimentare nuovi modelli gestionali finalizzati al progresso delle terapie, alla sostenibilità delle risorse e ad una “umanizzazione” dei percorsi di cura.

Il secondo ruolo è quello Scientifico con un’importante attività di ricerca clinica e fondamentale anche in qualità di docente nell’unità INSERM del Centro Cyceron con la tematica “morte cellulare cerebrale e cardiaca”. Sul versante clinico sviluppa e dirige numerosi progetti di ricerca traslazionale che trovano un applicazione pratica alle cure dei pazienti (direttamente dal laboratorio al letto del malato).

Il terzo ruolo è quello didattico come docente nelle differenti scuole di formazione sanitaria (dal corso di laurea in medicina alla specializzazione come direttore di scuola, fino ai corsi e master di formazione in scienze infermieristiche…) e come “Proctor” nell’insegnamento di tecniche di chirurgia cardiaca mininvasiva e di impianto di cuori artificiali meccanici.

Dal 2002 il Prof. Massetti è chiamato da molti centri Europei, soprattutto in Francia e in Italia per guidare gli impianti di cuori meccanici artificiali e per implementare il progetto “Resuscitation”.

Nell’ottobre del 2005, in aspettativa dall’Università di Caen, viene chiamato dall’Università di Pavia a ricoprire il ruolo di Professore Associato di Cardiochirurgia e lavora nell’equipe del Prof. Vigano’ fino al febbraio del 2007 con i programma di Trapianto e assistenza meccanica circolatoria.

Nell’ottobre del 2009, dopo 15 anni dall’arrivo in Francia da giovane specializzando, il Prof. Massetti viene nominato Direttore del Dipartimento di chirurgia cardiaca e trapianto del Policlinico Universitario di Caen. Durante i successivi tre anni il programma cardiochirurgico viene implementato con un significativo “reingeenering” dei percorsi di cura posizionando sempre il paziente al centro; l’introduzione di innovazioni tecnologiche insieme ad una multidisciplinarità cardiovascolare porterà ad aumentare il volume di attività e posizionare il centro come un polo eccellenza e di riferimento nazionale.

Il rientro in Italia

Nel 2012 L’università Cattolica del Sacro Cuore e il Policlinico A. Gemelli richiamano il Prof. Massetti a dirigere La Cardiochirurgia della loro istituzione e grazie al decreto legge Moratti/Gelmini noto come  “Rientro dei Cervelli”, il reintegro nei ranghi accademici e assistenziali italiani si realizza con grande entusiasmo.

Tuttavia, l’impatto del rientro in Italia è stato per certi aspetti traumatico; se da un lato le professionalità, le competenze e le risorse tecnologiche disponibili negli ospedali non risultano differenti nei due paesi, l’organizzazione delle cure e la gestione del problema di salute dei pazienti appaiono profondamente carenti, vittime di una eccessiva burocratizzazione, dei problemi legati alla sostenibilità della spesa sanitaria e alla razionalizzazione delle risorse allocate al sistema sanitario.

I pazienti sono gestiti come unità appartenenti a specifiche degenze alle quali afferiscono consulenze specialistiche per la decisione terapeutica. Il paziente e la sua patologia vengono veicolati via Fax nei percorsi inter-ospedalieri e la condivisione Hub and Spoke segue una codifica del caso clinico completamente spersonalizzata.

La conseguenza é una sensibile perdita di quell’umanizzazione che è sempre stata propria dei luoghi di cura nati per accogliere ed ospitare (Hospice) persone malate e non solo per eseguire procedure terapeutiche.

Grazie all’esperienza francese, dal rientro in Italia il Prof. Massetti ha contribuito ad una profonda riorganizzazione dei percorsi di cura cardiologici, focalizzando la sinergia multidisciplinare sul paziente e facilitando la continuità assistenziale con la rete cardiologica del territorio.

Camion del Cuore

Al fine di amplificare questa azione di modernizzazione e umanizzazione dell’ospedale, nel 2013 crea un’associazione O.N.L.U.S. denominata “Dona la Vita con il Cuore” che persegue due obiettivi principali: quello di promuovere la ricerca scientifica contro le malattie cardiovascolari più gravi e quello di realizzare attività di solidarietà a carattere sanitario nei confronti delle categorie di popolazione disagiate.

A questo proposito sono ideate le “Domeniche del Cuore”, un’iniziativa domenicale a cadenza mensile in cui un team di volontari tra medici, infermieri e gente comune, realizzano delle visite cardiologiche avanzate gratuite nei quartieri popolari a favore di quelle persone che hanno perso la capacità di curarsi.

Sono giovani ed anziani che vivono a margine della società, stranieri, migranti ma anche tanti italiani in grande difficoltà. Insieme alle visite cardiologiche questi volontari portano concretamente l’ospedale in strada prendendo in carico il malato e curandolo gratuitamente al Policlinico Gemelli quando necessario.

Nel 2016 dopo una raccolta fondi è stato acquistato il “Camion del Cuore”, una unità mobile allestita con 3 ambulatori attrezzati con la diagnostica cardiologica che ha permesso di raggiungere quartieri e zone disurbanizzate.

Queste iniziative sono organizzate in collaborazione con le diocesi dei comuni ed altre associazioni solidali come la Caritas, I Cavalieri di Malta e la Comunità di S Egidio.

Prof. Massetti e Sua Santità il Papa

Il Camion del Cuore, il giorno della sua inaugurazione è stato benedetto da Sua Santità il Papa che ha incoraggiato e motivato i volontari.

Il Prof. Massetti è sposato ed ha due figli; cattolico di fede, nel 2017 continua la sua opera di rinnovamento all’interno dell’ospedale e moltiplica i progetti e le azioni nel campo sociale.

I suoi principi e la sua coscienza civile lo portano ad interpretare il suo mestiere  con il “mettersi al servizio” non solo dei malati ma anche delle frange più deboli della nostra società.

L’ambizione di un suo impegno nelle istituzioni è vista solo come un contributo portato dall’esperienza professionale e umana al servizio delle persone che spesso soffrono in silenzio e vivono nell’indifferenza generale.

L’Équipe

Èquipe chirurgica cardiovascolare

L’equipe chirurgica cardiovascolare ha una impronta fortemente multidi­sciplinare. Si compone di professionalità estremamente diversificate ma che lavorano in quotidiana sinergia in tutte le fasi della permanenza, tua e dei tuoi cari, in ospedale. Nello specifico è composta da dieci cardiochirurghi, dieci cardioanestesisti, tre cardiologi, un fisiatra, una psicologa e nove specializzandi in formazione in cardiochirurgia.

Le diverse competenze del team cardiochirurgico rispondono alla prima­ria necessità di fornire una corretta e rapida diagnostica e una altrettanto efficace e risolutiva terapia.

La presenza di una fisiatra e di un team dedicato di fisioterapisti permette non solo una precoce e mirata riabilitazione postoperatoria, ma garanti­sce una valutazione multidimensionale preoperatoria indirizzata a identi­ficare i pazienti a maggior rischio, meritevoli di un programma riabilitativo preoperatorio (prehabilitation) specifico.

La disponibilità di assistenza psicologica, attivata su segnalazione oppure su tua specifica richiesta, permette di gestire le situazioni di ansia e de­pressione, estremamente frequenti durante i ricoveri in ospedale e spes­so misconosciute.

La loro precoce individuazione è essenziale per rendere il periodo di de­genza sereno e privo di inutili e immotivate preoccupazioni.



La nostra filosofia di cura

Hai bisogno di un consulto medico?

Scrivimi ora

© Gemelli Cardio Center - Tutti i diritti riservati
Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS - Codice Fiscale e P. IVA: 13109681000
Logo Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS Roma